I Wandervögel

[Cartolina postale del 1914 che annuncia un incontro dei Wandervogel. Fonte: http://www.germanhistorydocs.ghi-dc.org]

Negli ultimi anni dell’Ottocento nasce e si sviluppa in Germania un movimento di contestazione giovanile che investe tanto la società industriale quanto la scuola. La fondazione del primo nucleo dei Wandervögel (Uccelli migratori) si deve a Hermann Hoffmann, uno studente della scuola superiore di Steglitz che nel 1896 crea un’associazione studentesca con lo scopo di promuovere viaggi ed escusioni nella natura, ma il movimento si sviluppa soprattutto grazie a Karl Fischer, un altro studente di Stieglitz, che ne perfeziona l’organizzazione e ne approfondisce la visione culturale. I Wandervögel contestano la società industriale e borghese e la sua scuola, nella quale la disciplina rigorosa copre il vuoto di ideali educativi; esaltano il vagabondaggio, la vita a contatto con la natura, il Medioevo, il canto e l’arte popolare, il cameratismo e la disciplina militare. Il nazionalismo, l’esaltazione quasi mistica della gioventù, il crescente antisemitismo porteranno il movimento a confluire nel nazionalsocialismo.

Torna al percorso: Le prime scuole nuove

Nessun commento: